(ANSA) – MILANO, 3 MAR – E’ finita in carcere con le accuse di sottrazione
di minori, sequestro di persona e maltrattamenti, Marinella Colombo, la
donna milanese che da tempo sta conducendo una lunga e personale battaglia
per poter stare in Italia con i suoi figli, affidati dal Tribunale di Monaco
all’ex marito tedesco. Nel febbraio dello scorso anno, la donna, che sarà
interrogata domani dal gip di Milano Luigi Varanelli nel carcere di San
Vittore, era andata a riprendersi i suoi due figli, di 8 e 12 anni, in
Germania e da allora li tiene nascosti in una località segreta, all’estero.
Da qui le accuse di sequestro di persona e sottrazione di minori, a cui si è
aggiunta poi anche quella di maltrattamenti psicologici, in relazione al
fatto che, da oltre un anno, i suoi bambini non stanno frequentando la
scuola e vivono lontani da padre e madre. Il fermo, firmato dal procuratore
aggiunto Pietro Forno e dal pm Luca Gaglio, si è reso necessario perché,
come riporta oggi il Corriere della Sera, gli investigatori, dopo averle
piazzato delle ‘cimici’ in casa, hanno scoperto che la donna stava per
fuggire in Libano con i figli. “Qualche giorno fa – ha spiegato il suo
legale, l’avvocato Laura Cossar – la sua casa di Milano é stata perquisita e
in quell’occasione probabilmente hanno piazzato le microspie. La Colombo
voleva probabilmente andare in Libano, perché è uno dei pochi Paesi che non
hanno firmato la Convenzione dell’Aja e dunque da là non poteva essere
estradata”. Il problema ora però, ha aggiunto l’avvocato, “é per i bambini,
perché solo lei sa dove sono”. La settimana scorsa, ha aggiunto il legale,
era già arrivata una notifica per un interrogatorio davanti al gip
Varanelli, fissato per domani, per una misura di divieto d’espatrio a carico
della donna. I pm non hanno ancora mandato al gip la richiesta di convalida
del fermo e l’interrogatorio di domani probabilmente sarà relativo anche
alla convalida del fermo. Inoltre, l’8 marzo prossimo per la donna
proseguirà il processo che la vede già accusata di sottrazione di minori e
inottemperanza di un provvedimento del Tribunale dei Minorenni. Quel giorno
dovrebbe testimoniare anche il padre dei piccoli. (ANSA).

0 risposte a ARRESTATA MARINELLA COLOMBO: VOLEVA PORTARE I FIGLI IN LIBANO

  • CLAUDIO scrive:

    mi chiedo se questa madre ha forse seviziato i figli???? li ha malmenati??? si è prostituita o drogata????. perchè il tribunale di monaco ha assegnato i figli al padre???

  • Sophie Karrer scrive:

    Quando Marinella è andata a Milano con i suoi figli in settembre 2008, i figli eranno affidati a lei, non al padre tedesco. In dicembre 2008, l’amministrazione tedesca aveva falsificato un documento, dicendo che i bambini erano affidati al padre. Il tribunale ha ordenato il rimpatrio die bambini. Ma il problema, è che in Germania, Marinella non aveva il diritto di vedere i figli, col pretesto che gli aveva rapiti. La verita è che la Germania non vuole che i bambini siano bilinguali. Un bambino chi parla solo tedesco lavorara in Germania quando sara adulto, pagando per i pensioni degli vecchi tedeschi. Marinella non aveva altra scelta che andare a Monaco in febbraio 2010 per predere i bambini, perchè non poteva vederli.

  • Gianni scrive:

    Ma questo, vale sicuramente per l’uomo, mentre, per la donna varrà come per l’uomo; inoltre, la donna che lavora a nero e che dovrebbe dare il mantenimento per i figli, come sa da fa?.
    Grazie ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Francesco
    "Sono un padre separato da 10 anni....volevo rispondere a Massimiliano....come... "
    Leggi tutto...
  •  michele
    "sono separato dal 1991 e divorziato dal 2006 ho sempre... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2018

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Mar
15
gio
15:01 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRI... @ ROMA
Mar 15 2018@15:01–Gen 31 2020@18:30
CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DELLE RELAZIONI FAMILIARI NELLA PROSPETTIVA NAZIONALE ED EUROPEA @ ROMA | Roma | Lazio | Italia
Il corso Il corso in Diritto delle Relazioni Familiari nella prospettiva Nazionale ed Europea organizzato dall’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti per la tutela dei minori e della persona (AMI) prenderà avvio a Roma il prossimo 15[...]
Gen
12
sab
09:30 Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Corso di formazione: Le tracce b... @ Roma - via Casilina 233
Gen 12@09:30–Giu 9@15:00
Corso di formazione: Le tracce biologiche sulla scena del crimine @ Roma - via Casilina 233
Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
8
ven
09:00 8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
8 marzo, 365 giorni l’anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Mar 8@09:00–19:00
8 marzo, 365 giorni l'anno @ Roma - Residenza di Ripetta
Evento in via di accreditamento da parte del COA di Roma. Scheda d’iscrizione 8 marzo 2019 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Mar
15
ven
15:30 ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
ADOZIONE: TRA NUOVE SFIDE E CRIT... @ Sala Open Space Palazzo Carafa - Lecce
Mar 15@15:30–18:30
 Condividi...Facebook0TwitterLinkedin
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio