Si stavano separando e l’ennesima lite è finita in tragedia. Un elettricista di 49 anni, Domenico Maggio, ha ucciso ieri la moglie a colpi d’ascia in una abitazione di Monopoli, in provincia di Bari. L’uomo è stato subito fermato e dopo alcune ore di interrogatorio ha confessato l’omicidio.
Alle indagini hanno collaborato polizia e carabinieri. I poliziotti sono arrivati sul luogo del delitto subito dopo il fatto, mentre i carabinieri hanno rintracciato e fermato il presunto autore, che è stato sentito e sottoposto ad accertamenti in caserma. La coppia era in fase di separazione giudiziaria e ieri, nell’abitazione dell’uomo (vivevano in due case diverse), al culmine dell’ennesimo litigio attinente proprio la loro situazione, l’uomo ha colpito la donna, Addolorata Palmisani, di 45 anni, con un colpo d’ascia alla testa che le è stato fatale. Al momento del delitto in casa non c’erano altre persone.
Domenico Maggio è stato però subito rintracciato dalle forze dell’ordine e alla fine di un lungo interrogatorio nella caserma dei carabinieri ha confessato agli inquirenti di aver ucciso la moglie. Quindi è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e portata in carcere. Maggio e la moglie hanno due figli. Anche l’arma del delitto, che faceva parte degli attrezzi da lavoro dell’uomo, è stata ritrovata.

Il Giornale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  licia bis
    "Cara Mamma, le auguro di non dover provare mai il... "
    Leggi tutto...
  •  Roberto bersan
    "Buon giorno: Cerco un avvocato umile che mi possa aiutare... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio