AMI per ………i ragazzi a rischio di Napoli

Far parte di un’associazione può riservare delle sorprese davvero uniche ed indimenticabili!

Dopo il bellissimo Congresso Nazionale dell’AMI, svoltosi a Roma il 13 e 14 giugno, altre grandi suggestioni ha regalato la manifestazione organizzata dal Distretto Napoli dell’Associazione, mercoledì 25 giugno 2014.

 

 Presso il convento “Regina Coeli” delle Suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret, si è svolto un evento di beneficenza finalizzato alla raccolta di fondi a favore dei ragazzi a rischio della città di Napoli. Interpretando pienamente il senso della parola “associazione”, intesa come comunità attiva di persone legate dal perseguimento di uno scopo comune, la presidente Valentina de Giovanni e i soci tutti del Distretto hanno voluto inaugurare, con il consueto entusiasmo e la competenza che da sempre distinguono i progetti dell’AMI, una nuova serie di appuntamenti finalizzati al sostegno di programmi di solidarietà e di recupero del patrimonio culturale italiano, soprattutto meridionale, strettamente intrecciati ai temi della famiglia, della tutela dei minori e dei diritti delle persone. 

 

L’idea di realizzare “AMI per…i ragazzi a rischio di Napoli” nasce proprio dall’intenzione di valorizzare, nel modo più ampio e trasversale, le finalità dell’Associazione, che promuove  la collaborazione e la sinergia interdisciplinare per lo studio e la soluzione delle complesse dinamiche familiari, senza tralasciare però un più ampio coinvolgimento di tutte le istituzioni e organizzazioni pubbliche e private impegnate quotidianamente nella salvaguardia dei diritti delle famiglie.

Con la collaborazione decisiva del portale Napoli click e della Fondazione Opera Pia Casa Regina Coeli, presente da anni con attività di volontariato in un contesto napoletano tra i più critici della città, e con il patrocinio del Club Napoli Castel dell’Ovo dell’Inner Wheel si è potuto organizzare con grande successo un pomeriggio di arte, letteratura e musica di tradizione, nel segno dei valori propri dell’AMI e della secolare storia meridionale. Guidato dalle letture di Maurizio de Giovanni e Sergio Assisi, dalla vibrante voce di Barbara Bonaiuto, e dalle riflessioni sempre raffinate e stimolanti di Ida Palisi e Dino Falconio, il pubblico ha ripercorso gli snodi più significativi della recente storia della donna e del suo ruolo all’interno della famiglia, raccontati con uno straordinario coinvolgimento emotivo. Molto gradita ai presenti è stata la sorpresa finale che l’avv. Valentina de Giovanni ha riservato agli ospiti, chiedendo alla socia salernitana Antonia Avallone di leggere un testo scritto dall’avv. Francesco Alessandrella, responsabile della sezione Torre Annunziata dell’AMI, che ha testimoniato con eleganza e originalità stilistica, i tanti ritratti della donna che l’avvocato di famiglia incontra ogni giorno nel suo studio e nei luoghi dell’avvocatura. Una prova altissima della sensibilità e della professionalità che si richiede agli specialisti di un settore del diritto civile, così mutevole ma anche tanto rilevante per il benessere della società contemporanea.

 

Stefania Torre (socio Ami Napoli)

 

Scarica  la rassegna stampa AMI PER… I MINORI A RISCHIO

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  rossi anna
    "con quali mezzi il coniuge tradito può difendersi da una... "
    Leggi tutto...
  •  Kasparek
    "La punizione più consona per questo abuso e' l'ergastolo Chi... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2017

Congresso AMI 2018

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Iscriviti alla newsletter dell'AMI
Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio