Nasce, così, una nuova Associazione Forense: quella dei matrimonialisti italiani.


Scopo primario dell’AMI è la formazione professionale multidisciplinare, sia di base che di aggiornamento professionale. Un progetto ambizioso, da portare in tutta Italia, attraverso  l’impegno di tante professionalità e di tante energie.


Lo  Statuto, che potrete scaricare, potrà immediatamente chiarire gli obiettivi e gli ideali dell’AMI.


Possiamo solo riassumere che l’AMI avrà Sedi Distrettuali in tutte le Corti di Appello e potrà avere Sedi Territoriali (circondario del Tribunale di appartenenza) con un gruppo locale che seguirà le direttive della Sezione Distrettuale.  


Entro dicembre dovremo aver costituito tutte le Sezioni. Successivamente, si partirà col tesseramento dei soci.


E’ prevista l’iscrizione, quali soci sostenitori, di psicologi, medici psichiatri, mediatori familiari, sociologi, pedagogisti, assistenti sociali e insegnanti. Questi ultimi potranno partecipare alla vita dell’Associazione, alle Commissioni ed ai  gruppi di studio che ogni Sezione dovrà organizzare.


La finalità è, dunque, quella della creazione di un lavoro di equipe, di un “linguaggio comune” tra le varie esperienze professionali.


Questa è la peculiarità della nostra Associazione.


Ma l’attenzione sarà posta anche alle esigenze dei praticanti avvocato e dei neo avvocati che, a differenza di molte altre associazioni similari, potranno tranquillamente iscriversi all’Associazione.


Intendiamo consentire a tutti di essere protagonisti di una crescita comune.


Varie saranno le formule ed i tipi di formazione, a seconda delle esigenze delle varie fasce di iscritti.


L’AMI, dunque, è alla ricerca di forze nuove, di nuovi futuri formatori, di professionisti che abbiano uno spirito militante e capacità organizzative.


Chiunque intendesse creare una Sezione, potrà contattarci e proporci la sua adesione. Valuteremo con serenità il da farsi.


Tutti i nostri soci saranno iscritti nei nostri elenchi ed indicati in questo sito, a seconda della realtà di appartenenza.


Ogni Sezione Distrettuale avrà a disposizione un proprio spazio su questo portale per segnalare notizie, giurisprudenza, iniziative formative, disservizi e quant’altro.


I presidenti delle Sezioni Distrettuali faranno parte, di diritto, del Direttivo Nazionale secondo quanto disposto dallo Statuto (vedi artt. 2 e 16).


Successivamente, sarà pubblicata la nostra rivista che sarà inviata a tutti i soci e a tutti gli uffici giudiziari d’Italia.


Insomma il nostro è un progetto ambizioso. Ma siamo sicuri che ci sono tanti giovani professionisti che intendono ritagliarsi il giusto spazio e la giusta visibilità, attraverso il lavoro e la vita complessa di un’Associazione.


Nei prossimi giorni, il nostro portale sarà arricchito di novità. Di volta in volta, saranno pubblicati i nomi dei responsabili delle Sezioni (e i loro recapiti).


Ci sarà spazio per tutti coloro che si faranno avanti con progetti ed entusiasmo.


Ci occuperemo di tutta la complessa materia familiare, minorile e delle persone. Senza preclusioni, senza steccati ideologici e culturali.


Saremo attenti alle problematiche della maternità e della paternità, delle famiglie legittime e di fatto, di procreazione assistita, di legami tra persone dello stesso sesso, di matrimoni misti, di istruzione scolastica, di diversamente abili, di adozioni, di terza età, di infanzia e adolescenza.


Ci occuperemo delle persone e dei loro diritti cercando di dare un contributo alla formazione di quanti intendono tutelarli.


 


                                                            Avv. Gian Ettore GASSANI 


                                                           Presidente Nazionale AMI


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Set
20
ven
15:00 “Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
“Assegno divorzile: dalla ratio ... @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
Set 20@15:00–18:00
“Assegno divorzile: dalla ratio della pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni Unite n.18287/18 alle diverse prassi dei Tribunali di merito” @ Bergamo - “SALA DEGLI ANGELI” - CASA DEL GIOVANE - VIA MAURO GAVAZZENI, n.13
SCHEDA INFORMATIVA Il convegno è gratuito solo per i soci AMI in regola con il versamento della quota associativa per l’anno di competenza. La quota di partecipazione al convegno è di €10,00 pro-capite per tutti[...]
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio