“L’Italia perde l’ennesima occasione storica di salvare i milioni di bambini sparsi nel mondo rinchiusi negli internati, privi di ogni affetto e assistenza familiare”, così l’avv. Gian Ettore Gassani, presidente nazionale dell’Associazione degli Avvocati Matrimonialisti Italiani.

 

“Nel nostro Paese – afferma l’avv. Gassani – si è registrato un fortissimo calo del numero delle adozioni internazionali dal 2010 ad oggi: dai 4130 bambini adottati del 2010 si è passati ai 2825 bambini adottati del 2013. Si preferisce far marcire un bambino in un orfanotrofio piuttosto che farlo adottare da un single che abbia dato prova di capacità morali, affettive ed economiche da mettere a disposizione di uno o più bambini abbandonati. Tante persone separate e divorziate che hanno messo al mondo figli ben potrebbero adottare un bambino, eppure resiste nel nostro Paese una visione conservatrice della famiglia.”.

 

Inoltre: “Nulla si dice invece sugli enormi costi che le coppie sono costrette a sostenere per adottare un bambino. Tra costi effettivi dichiarati da enti e associazioni e costi sostenuti direttamente dalla famiglia, prima in Italia e poi all’estero, si parla di cifre che talvolta si aggirano sui 20.000-25.000 euro, tanto che recentemente alcune banche hanno istituito dei mutui ad hoc”.

 

Infine: “Le adozioni devono essere gratuite e a tal fine bisogna istituire un fondo per incentivare il percorso adozionale, considerato che in costanza di crisi economica molte sono le coppie costrette a rinunciare all’adozione. Ciò che stride è che in Italia un mafioso può avvalersi della legge sul gratuito patrocinio per difendersi da orrendi crimini, con parcelle faraoniche per gli avvocati, e poi non si reperiscono i fondi per sostenere economicamente le persone oneste che intendono adottare un bambino bisognoso”.

Una risposta a Adozioni: l’Ami propone di semplificarle e renderle assolutamente gratuite

  • Salvatore Maccarrone scrive:

    Purche non si tolgono i figli ai genitori naturali per questione di povertà. Altrimenti lo ritengo un delitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

  •  Vito
    "Io sono d'accordo con te nel riunirci tutti e farci... "
    Leggi tutto...
  •  Francesco Palo
    "Buongiorno, sono piacevolmente “sorpreso” in quanto ho letto, perché sembra... "
    Leggi tutto...
  • Dopo »


codice rosso

Convegno Ami 4 ottobre 2019

Congresso AMI 2017

Vi dichiaro divorziati

Gian Ettore Gassani Presidente Nazionale AMI

AMI riconosciuta dal Consiglio Nazionale Forense - Leggi il provvedimento del CNF
Ott
4
ven
09:00 Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Convegno Nazionale: diritto di f... @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
Ott 4@09:00–19:00
Convegno Nazionale: diritto di famiglia e giusto processo @ Palermo - Biblioteca Centrale della Regione Siciliana ( Corso Vittorio Emanuele 423 - nei pressi della Cattedrale)
L’evento è stato accreditato dal C.O.A. di Palermo con 6 crediti formativi e presso l’Ordine degli Psicologi Regione Sicilia. SEDE: Biblioteca Centrale della Regione Siciliana (Corso Vittorio Emanuele 423 – nei pressi della Cattedrale) AMI-CONVEGNO[...]

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio