Abolito il permesso di soggiorno per il minore straniero adottato o affidato
Direttiva Ministero Interno, Ministero per le politiche della famiglia
21.02.2007 



Per l’ingresso e la permanenza in Italia del minore straniero adottato o affidato a scopo di adozione non è richiesto il permesso di soggiorno.Lo ha stabilito il Ministro dell’Interno e il Ministro delle Politiche per la Famiglia con una direttiva emanata il 21 febbraio scorso.


Fino ad ora se una coppia italiana adottava un bambino all’estero, al momento del suo ingresso in Italia, nonostante il possesso di un cognome italiano, per lo stesso doveva essere rilasciato un permesso di soggiorno come qualsiasi cittadino straniero che entra nel nostro paese.


Con questo provvedimento – inviato alla registrazione della Corte dei Conti – che si trova in linea con le norme Testo Unico sull’immigrazione, il minore che entra in Italia per adozione non avrà più bisogno del permesso di soggiorno.


Fonte:Altalex


 



 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi i prossimi articoli dell'AMI
Inserisci la tua email:

Poi, inserisci il codice di verifica e completa l'iscrizione. Ricordati di cliccare anche sul link di conferma che riceverai nella tua email.


Commenti agli articoli

No Banner to display

AMI TV

Iscriviti alla newsletter dell'AMI

Ricevi nella tua casella di posta elettronica tutte le novità dell'AMI.
Rispondi al sondaggio